ZOO POLITIK


venerdì 18 luglio 2008

I falsi dei


Il Papa in visita in Australia ha messo in guardia contro i falsi dei del mondo di oggi: "i beni materiali, l'amore possessivo, il potere".

martedì 17 giugno 2008

Presto

Presto.
Prima di quanto t'immagini.

I soldati scenderanno nelle strade.
I giornalisti scomodi saranno ammutoliti.
Ai giudici sarà impedito di giudicare.
La giustizia trafiggerà i poveracci e avrà misericordia dei potenti.
Presto l'Europa sarà un ricordo.
Presto saremo più vicini all'America e più lontani dal Mediterraneo.
L'Islam diverrà un nemico e la Chiesa un cliente da compiacere.
Presto non ti dovrai più preoccupare di nulla, perché i giornali scriveranno che va tutto bene.

Ecco, è già iniziato. Non vedi?

martedì 13 maggio 2008

Che tempo (che) fa? Piove!

Marco Travaglio è andato a che Tempo che fa e ha detto molte cose. Alcune delle cose che ha detto sono state considerate un’offesa al senatore Renato Schifani. Non era nulla di inventato, solo verità scomode. Per questo Travaglio è stato linciato dalla destra e dalla sinistra. Fazio, temendo ritorsioni ha letto in diretta una lettera di scuse. Ma cosa ha detto di tanto tremendo Travaglio sul conto di Schifani? Niente di nuovo. Niente che non fosse già stato messo nero su bianco tempo fa in ben due libri: “I Complici”, di Abbate e Gomez e “Se li conosci li eviti” di Gomez e dello stesso Travaglio. Ma divulgare le notizie sui libri in un paese di semianalfabeti è un conto. Dirle in prima serata davanti a milioni di persone è un’altra cosa. E ripeterle all’infinito su internet? Chi lo sa… Proviamo:
---------------------------------
Travaglio da Fazio - parte 1
---------------------------------
---------------------------------
---------------------------------

domenica 11 maggio 2008

Ipotesi

Ipotesi: e se Berlusconi mirasse all’uscita dell’Italia dall’Europa?

Nelle sue azioni di governo, Silvio Berlusconi è sempre stato spregiudicato nel modificare le leggi della Repubblica in funzione dei suoi interessi.Gli organi di governo e di controllo dell’Unione europea, però, sono immuni alla sua influenza e spesso hanno rappresentato un ostacolo al raggiungimento dei suoi scopi.
Già in passato il Cavaliere ha manifestato insofferenza verso le regole ed i legacci imposti all’Italia per garantirne la permanenza in Europa.

Andiamo con ordine:
1) Berlusconi avrebbe un interesse personale all’uscita dell’Italia dall’Europa. La sentenza della Corte di giustizia europea con la quale si stabilisce l’occupazione abusiva da parte di Rete4 delle frequenze che dovrebbero essere legittimamente concesse ad Europa7 fa rischiare all’Italia una multa da 400 mila euro al giorno. D’altra parte, mandare sul satellite Rete4, farebbe perdere diversi milioni di euro a Berlusconi. Ma uscendo dall’Unione, la sentenza perderebbe il suo valore imperativo.
2) Nel precedente governo Berlusconi, ogni male dell’economia italiana era attribuito dal ministro delle Finanze Giulio Tremonti al passaggio dalla lira alla moneta unica.
3) Uno dei partiti che fanno parte della coalizione di governo è la Lega Nord, da sempre antieuropeista.
4) Il prestito di 300 milioni di euro ad Alitalia, elargito da Prodi su richiesta di Berlusconi, potrebbe essere stata una mossa per provocare deliberatamente l’Unione europea che vieta aiuti di stato alle compagnie aeree.
5) La sospensione unilaterale del trattato di Schengen nei confronti di rom e romeni potrebbe essere un espediente per far precipitare le relazioni fra l’Italia e la Romania e creare così tensione all’interno dell’Unione.

sabato 10 maggio 2008

Bondi il sommo

Il sommo poeta Sandro Bondi è il nuovo ministro della Cultura. Dopo aver letto le sue poesie, Silvio Berlusconi non ha avuto dubbi sulla nomina. Zoopolitik ne pubblica due: la prima è dedicata al Cavaliere, l’altra all’amico Cicchitto.

A SILVIO
Vita assaporata
Vita preceduta
Vita inseguita
Vita amata
Vita vitale
Vita ritrovata
Vita splendente
Vita disvelata
Vita nova

A CICCHITTO
Viviamo insieme
questa irripetibile esperienza
con passione politica
autentica
con animo casto
e con la sorpresa
dell'amicizia.
Ci mancheremo
quando verrà il tempo nuovo
e ci rispecchieremo finalmente
l'un nell'altro.
E ci mancherà
anche quello che non
abbiamo vissuto assieme
fra i banchi della scuola
nell'adolescenza inquieta
e nell'età in cui non si ama.
La mia fede
è la tenerezza dei tuoi sguardi.
La tua fede
è nelle parole che cerco.

Zoopolitik è commosso dall’altezza dei versi del sommo poeta Bondi. Del resto, quando uno è sommo, è sommo…

lunedì 5 maggio 2008

Mi arrendo

Un amico mi ha mandato un link interessante. Mostra i giornalisti di EXIT alle prese con la compravendita dei voti in Sicilia. Prezzo base di una preferenza elettorale: un pacco di pasta, una scatoletta di piselli, un cartone di latte ed una damigiana d'olio. Interessante anche l'uso elettorale che viene fatto dei patronati: da luoghi di assistenza fiscale gratuita, sono diventati centri di potere politico in cui si indica chi votare. Io mi arrendo. Da ex-siciliano tutto questo mi fa arrossire e mi addolora, ma francamente non nutro più alcuna speranza sul futuro dell'Isola. Né confido nelle capacità dei miei conterroni.

venerdì 2 maggio 2008

Paradossi

Nel suo discorso di insediamento, il nuovo presidente del Senato Renato Schifani ha dichiarato che l'impegno contro la mafia dovrà andare avanti nel ricordo di Falcone e Borsellino.

Prima dell'elezione di Schifani, la guida della seduta era stata affidata al senatore a vita Giulio Andreotti, uomo politico nelle disponibilità di Cosa nostra fino al 1980.

Nella foto, il bacio fra il neoeletto Totò Cuffaro (5 anni per favoreggiamento ad alcuni mafiosi) ed il riconfermato Marcello Dell'Utri (ne ha combinate troppe per scriverle tutte... cliccate sul link...)
Quest'ultimo, parlando del mafioso Vittorio Mangano, lo ha definito "un eroe".

mercoledì 30 aprile 2008

Renato Schifani presidente del Senato

Il popolano delle libertà Renato Schifani (per gli amici “Skifìo”) è il nuovo presidente del Senato, eletto ieri con 178 voti. 16 in più rispetto a quelli necessari alla nomina.
Schifani, 57 anni, palermitano, ama tre cose nella vita: Silvio Berlusconi, la squadra del Palermo ed il cinema.

A poposito di cinema, nel 2002 il senatore ricevette un tapiro d’oro da Striscia la notizia dopo un episodio accaduto all’arena Aurora di Palermo: presentatosi con moglie, figlio e scorta alla biglietteria, pretendeva di entrare con una tessera Agis scaduta ed anche se la sala era già al completo. Al rifiuto delle maschere, Schifani chiamò la polizia e le fece identificare. La cosa non finì lì: temendo ritorsioni, il gestore del cinema inviò al senatore azzurro una lettera di scuse
ed un tesserino di libero ingresso per tutta la sua famiglia.

Qui un estratto dal libro "I Complici" di Lirio Abbate e Peter Gomez in cui si parla di Renato Schifani.

domenica 27 aprile 2008

Il nuovo Guardasigilli

Il presidente del Consiglio in pectore Silvio Berlusconi ha cominciato a sciogliere le riserve sulla costituenda squadra di governo.
E’ di oggi la notizia che il futuro ministro della Giustizia sarà Totò Cuffaro.

.
..
...
....
.....
......
.......
........
.........
..........

Dai ragazzi, non fate quelle facce… Eddai, stavo scherzando…
(Però in effetti con il Berluska non si può mai sapere…)

sabato 26 aprile 2008

25 aprile

Dopo aver ricevuto a Palazzo Grazioli il senatore fascista Ciarrapico, Silvio Berlusconi ha auspicato che la ricorrenza del 25 aprile possa diventare il simbolo della pacificazione nazionale fra chi tiene viva la memoria della Resistenza e chi ha creduto nella dittatura di Mussolini. Come dire, non più una festa di liberazione, ma una festa che celebra la riconciliazione degli italiani, mettendo sullo stesso livello partigiani e fascisti.

Nel 2003 Berlusconi rifiutò di partecipare alle celebrazioni del 25 aprile dicendo di doversi curare una fastidiosa tendinite alla mano… sinistra.
Nello stesso anno, nel corso di un'intervista, dichiarò che Mussolini non aveva mai ammazzato nessuno, ma che si era limitato a mandare la gente in "vacanza al confino".

Nel 2004, quando il Cavaliere sostenne che in Italia vi erano festività in eccesso che sottraevano giorni utili da destinare alla crescita economica, molti sospettarono che volesse abolire proprio il 25 aprile.

(le foto le ho fregate qua)

mercoledì 23 aprile 2008

Cominciamo bene…

Neanche una settimana dopo le elezioni, il presidente del Consiglio in pectore Silvio Berlusconi ha confermato il proprio gusto per le gaffe.
Prima le polemiche per la critica al premier spagnolo Zapatero di aver messo “
un eccessivo numero di donne nel parlamento”.
Poi
il gesto del mitra, mimato nel corso di una conferenza stampa contro una giornalista russa che aveva rivolto una domanda indiscreta all’amico Putin. La donna è poi scoppiata in lacrime. Per inciso, in Russia i giornalisti scomodi vengono ammazzati sul serio: negli ultimi 15 anni si sono contate 218 morti in circostanze misteriose fra i professionisti dell'informazione.


venerdì 18 aprile 2008

Differenze

Negli stessi giorni in cui Silvio Berlusconi definifa "eroico" il comportamento di Vittorio Mangano ed attaccava la magistratura, Walter Veltroni invitava i mafiosi a non votare per lui e dichiarava che la sua azione di governo sarebbe stata volta alla sconfitta di tutte le mafie.

mercoledì 16 aprile 2008

martedì 15 aprile 2008

A volte ritornano

(Riesumo un vecchio post. Oggi non ho voglia di sforzarmi. Lo stato d'animo non è adatto)

Bentornate leggi ad personam...
bentornata solidarietà a mafiosi e condannati vari...
bentornata istigazione all'evasione fiscale...
bentornata informazione deviata...
bentornate leggi-porcata...
bentornata sudditanza agli Usa...
bentornate lagne del tipo "Tutta colpa dei comunisti! E' un complotto!"...
bentornato sperpero di denaro pubblico...
bentornato inutile ponte sullo stretto di Messina...
bentornate dichiarazioni ai media e smentite istantanee...
bentornato conflitto di interessi...
bentornata prostrazione dinanzi al Vaticano...
bentornati lifting, autotrapianti, bandane ed epilazione facciale...
bentornate figuracce durante i viaggi ufficiali...
bentornata imbarazzante amicizia con l'onesto, liberale Putin...
bentornato falso in bilancio...

In breve: bentornato Silvio!

martedì 8 aprile 2008

Heroes

Dopo aver definito un “eroe” lo stalliere mafioso di Arcore Vittorio Mangano, il senatore condannato per mafia Marcello Dell’Utri si è recato in Vaticano per presentare una proposta a papa Benedetto XVI.

Il giudice Paolo Borsellino definì Mangano una testa di ponte di cosa nostra nel Nord Italia.

Le credenziali criminali del senatore Dell'Utri sono descritte qui.

Qui invece l'intercettazione della telefonata fra Berlusconi e Dell'Utri dopo lo scoppio della bomba che ha devastato il cancello della villa del Cavaliere.

giovedì 14 febbraio 2008

Super-Silvio

"I miei nipotini mi considerano Superman".
Silvio Berlusconi ieri sera a Porta a Porta.
Che modo coglione di passare la serata di San Valentino... sigh!...

mercoledì 13 febbraio 2008

sabato 9 febbraio 2008

Eran 300, ceppalonici e forti...

Dopo aver affossato il governo Prodi, il Mastellone nazionale è pronto a seminare zizzania anche nel centro-destra. Avendo fiutato una probabile sconfitta delle sinistre alle elezioni politiche di primavera, il leader dell'Udeur sta infatti trattando con Berlusconi l'ingresso del proprio partito nel Popolo delle libertà.

Conoscendo l'avversione della Lega nord nei confronti dell'Udeur, Mastella ha anche lanciato un avvertimento che ha il sapore di una sfida: "Se qualcuno pensa, specie al nord, che possa nascere [il Pdl] a prescindere da noi, faremo le Termopili perché dobbiamo difendere la nostra dignità".

Dopo aver sentito Mastella parlare di dignità ho bisogno di qualche giorno per riprendermi. Ciao a tutti, credo che smetterò di ridere verso mercoledì prossimo.

(Mastella-Siffredi è mia. Mastella-Leonida l'ha fatta
Scie Chimiche)

giovedì 7 febbraio 2008

Un candidato Speciale per AN

Alleanza Nazionale candiderà il generale Speciale alle prossime elezioni.
Le Camere dovranno adeguarsi aggiungendo al parco veicoli, oltre alle auto blu, anche qualche elicottero blu...

lunedì 4 febbraio 2008

Marini fa cilecca

Dopo aver constatato l'impossibilità di mettere in piedi un governo provvisorio volto a realizzare la riforma elettorale, il presidente del Consiglio incaricato Franco Marini ha rimesso il suo mandato nelle mani del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Lo scioglimento delle Camere è ora inevitabile.

sabato 2 febbraio 2008

Vicenda SME: Berlusconi assolto

Il falso in bilancio non è più un reato, per via della depenalizzazione voluta nel 2002 dal governo di centro-destra. Questo il motivo che ha portato all'assoluzione di Berlusconi nell'ultimo stralcio del processo Sme.
In ogni caso, l'intervenuta prescrizione avrebbe comunque impedito la condanna dell'imputato.

La legge di depenalizzazione del falso in bilancio è stata scritta dagli onorevoli La Malfa, Pecorella e Ghedini. Gli ultimi due sono anche avvocati di Berlusconi.

venerdì 1 febbraio 2008

Messaggi trasversali

Mafia e politica hanno qualcosa in comune: i messaggi trasversali. Si tratta della capacità di dire qualcosa mentre in realtà se ne intende un'altra. Così se in occasione della celebrazione al Quirinale della Giornata della memoria il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dichiara che "Le leggi razziali di fatto prepararono l'Olocausto", in realtà sta intimando ai Savoia di piantarla di chiedere risarcimenti a cui non hanno diritto.

giovedì 31 gennaio 2008

Proverbio siciliano

"Chi si corica con i bambini, si sveglia sporco di merda".
(Qualcuno lo dica a Prodi)


Versione originale: "Cu si curcò ch'ì picciriddi, si susìu tuttu cacatu".

domenica 27 gennaio 2008

Iddu fu !

Ecco Michele Naccari, il fotografo che ha immortalato Totò Cuffaro con il vassoio di cannoli in mano.

L'immagine del governatore della Sicilia che offre dolci sorridendo dopo avere ricevuto una condanna pesantissima per favoreggiamento a dei mafiosi ha dato il via ad un'infinità di polemiche e critiche che sono costate care al povero Cuffaro, il quale si sarebbe in seguito sfogato con Naccari dicendogli: «Mi hai rovinato».

( La foto di Michele Naccari è tratta da Rosalio, a cui l'ha inviata l'autore Vassily Sortino )

sabato 26 gennaio 2008

Addio, Vasa Vasa

Alla fine Totò–vasa vasa–Cuffaro , l’uomo chiamato “cannolo”, ha mollato la poltrona di governatore presentando dimissioni irrevocabili davanti all’Assemblea regionale siciliana. Cuffaro era stato condannato a 5 anni in primo grado per favoreggiamento semplice e violazione di segreto d’ufficio. Per lui anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Cuffaro nei giorni scorsi era stato colpito da dure critiche provenienti da diversi ambienti: ripetute manifestazioni di piazza, petizioni on line, appelli al capo dello Stato dal ministro Di Pietro, azioni giudiziarie da parte della procura di Palermo volte a chiederne le dimissioni, critiche da Montezemolo e perfino da alcuni alleati, fra cui Gianfranco Micciché che ha colto la palla al balzo per provare ad accrescere il peso di Forza Italia a scapito dell’Udc nella locale coalizione di centro-destra.

Cuffaro si è dunque dimesso, dicevamo, ma non prima di assicurarsi che la finanziaria regionale fosse approvata. Per spirito di servizio, dice lui. O forse per fare in modo che i soldi arrivassero nei posti giusti.

venerdì 25 gennaio 2008

QUIZ del venerdì

Cos'hanno in comune questi tre giganti della politica italiana?


A) Guidano partiti infinitesimali
B) Soffrono di prostata
C) Tutti e tre hanno inculato Prodi facendo cadere un suo governo
.
..
...
....
.....
......
.......
........
.........
..........

RISPOSTA CORRETTA: C ( ... ma anche A e B... )

giovedì 24 gennaio 2008

Addio Romano, bentornato Silvio


bentornate leggi ad personam...
bentornata solidarietà a mafiosi e condannati vari...
bentornata istigazione all'evasione fiscale...
bentornata informazione deviata...
bentornate leggi-porcata...
bentornata sudditanza agli Usa...
bentornate lagne del tipo "Tutta colpa dei comunisti! E' un complotto!"...
bentornato sperpero di denaro pubblico...
bentornate dichiarazioni ai media e smentite istantanee...
bentornato conflitto di interessi...
bentornata prostrazione dinanzi al Vaticano...
bentornati lifting, autotrapianti, bandane ed epilazione facciale...
bentornate figuracce durante i viaggi ufficiali...
bentornata imbarazzante amicizia con l'onesto, liberale Putin...
bentornato falso in bilancio...

in breve: bentornato Silvio!

mercoledì 23 gennaio 2008

martedì 22 gennaio 2008

domenica 20 gennaio 2008

Dimissioni Cuffaro petition


Su internet gira una petizione per chiedere le dimissioni del governatore della Sicilia Totò Cuffaro, condannato a 5 anni di reclusione per favoreggiamento ad alcuni mafiosi e ancora saldamente aggrappato alla poltrona in attesa del processo di appello.
La decisione del governatore non ha stupito nessuno, perché già durante i mesi del processo, Cuffaro
aveva annunciato che se non fosse stato condannato per favoreggiamento aggravato non si sarebbe dimesso. Tuttavia migliaia di siciliani non accettano di essere rappresentati da un governatore su cui grava l'ombra di una condanna pesantissima e ne chiedono le dimissioni.
Copincollo il testo della petizione ed inserisco il link:

"To: Presidenza Regione Sicilia

Con questa petizione i siciliani dimostrano il proprio disappunto in relazione alle mancate dimissioni del Governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro, in seguito alla recente condanna di primo grado. In uno stato democratico e legale, è inamissibile pensare che alla guida di un'intera regione ci sia qualcuno condannato a 5 anni di reclusione e per di più con l'inibizione dai pubblici uffici. Inoltre la situazione risulta essere ancor più grottesca in relazione alle motivazioni della condanna. Spett.le Governatore i sottoscritti Le chiedono Gentilmente di presentare Le proprie dimissioni".

Clicca qui per sottoscrivere la petizione:
Dimissioni Cuffaro Petition